Nuovo libretto per gli impianti di climatizzazione obbligatorio dal 1° giugno

Il Decreto del 10 febbraio 2014 è molto chiaro: dal 1º giugno 2014 gli impianti termici di abitazioni, uffici ed aziende dovranno essere muniti di un nuovo “libretto di impianto per la climatizzazione” diventando obbligatorio anche per i dispositivi di climatizzazione estiva.

Libretto di impianto di climatizzazione

Un unico libretto, composto da più schede modulabili a seconda delle caratteristiche e delle componenti dell’impianto.

Il libretto di impianto deve essere presente per tutti gli apparecchi mentre il rapporto è obbligatorio solo per i sistemi soggetti a verifiche periodiche, cioè di riscaldamento con potenza maggiore di 10 kw e di condizionamento di potenza maggiore di 12 kw.

Questo è il risultato di un approfondimento di un gruppo di lavoro coordinato dal Cti, il Comitato termotecnico italiano: nel definire i documento si è tenuto conto dei progressi tecnologici e della presenza sempre più diffusa dei nuovi sistemi come le pompe di calore geotermiche, i cogeneratori, il teleriscaldamento o i dispositivi alimentati da fonte rinnovabile.

Attenzione dunque, perchè ignorare questo decreto comporta delle sanzioni sia per il proprietario o terzo responsabile, sia per l’operatore incaricato.

Ventilazione Meccanica Controllata: il tuo valore aggiunto

Il valore della Ventilazione meccanica controllata

Scegliere di installare un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) è indubbiamente la decisione più giusta in un’ottica di:

  • valore aggiunto all’immobile
  • riqualificazione energetica
  • migliorare la qualità della vita

Si tratta infatti di un sistema facilmente installabile e consente di gestire il ricambio dell’aria di un ambiente con l’esterno dove l’aria ricca di ossigeno entra e si diffonde nella casa, mentre l’aria “cattiva” viene espulsa.

Sfaer dedica parte della propria produzione alla VMC realizzando sistemi di ricambio aria con recupero di calore grazie alla presenza di personale tecnico specializzato.

Contattaci per avere maggiori informazioni e dai un valore aggiunto ai tuoi progetti!

Raffrescamento adiabatico nei luoghi di culto

chiesa_landscape

Il problema delle elevate temperatura nel periodo estivo tocca da vicino anche gli edifici ecclesiatici, che spesso non hanno un impianto di ventilazione o climatizzazione.

Un impianto di climatizzazione in effetti può avere dei costi di installazione e gestione elevati, notevole assorbimento di energia elettrica (non sempre disponibile nei centri storici) e sbalzi di temperatura interno/esterno.

Quale potrebbe essere dunque la soluzione ideale, l’alternativa economica ma efficace?

Il raffrescamento adiabatico che si basa sul principio per cui l’acqua evapora e sottrae calore all’ambiente circostante. Basti pensare a quella sensazione di fresco che si avverte dopo un temporale estivo.

Scopri i notevoli vantaggi che questa tecnologia può dare e che cosa serve per farla funzionare!

Contatta Sfaer per ricevere tutte le informazioni.

Inquinamento nelle scuole: uno studente su tre è positivo alle prove allergiche

Il Servizio di allergo-pneumologia della Clinica pediatrica dell’azienda ospedaliero universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine ha condotto, per conto del Ministero della Salute, un’indagine sull’aria che respirano i ragazzi nelle aule scolastiche.

bambino_cmc_image_1

Il risultato è alquanto allarmante: le classi sono troppo calde e secche, con una presenza in aumento di anidride carbonica e soprattutto non c’è alcuna differenza, a livello di inquinamento e di effetti sui bambini, tra istituti lontani o vicini al traffico.
Questi fattori facilitano la trasmissione di germi.

 

Questo comporta che:

  • 1 bambino su 3 è positivo alle prove allergiche
  • 1 su 2 è a contatto con il fumo degli adulti
  • 1 su 8 ha una funzionalità polmonare ridotta

In sei realtà su otto sono state evidenziate perdite di acqua
e in nessuna scuola esiste un protocollo scritto
per il mantenimento di una buona qualità dell’aria.

Sfaer mette a disposizione personale specializzato e qualificato che da le migliori soluzioni per risolvere le problematiche relative alla salubrità dell’aria.

Contattaci!

Impianti di climatizzazione e manutenzione

SFAER_BA_BOTOLA_DI_ACCESSO_AL_CANALE_PREISOLATO La norma tecnica UNI EN 12097:2007 – Ventilazione degli edifici – Rete delle condotte – requisiti relativi ai componenti atti a facilitare la manutenzione delle reti delle condotte – da molte indicazioni in merito agli accessori agli impianti aeraulici utili per agevolare le attività di manutenzione (monitoraggio e bonifica igienica) come ad esempio per portine di accesso. Seguendo le indicazioni di norma tecnica, SFAER ha inserito nella propria gamma prodotti botole di accesso sia per condotte realizzare in pre-isolato, portine di accesso per condotte aerauliche realizzate in  pre-isolato antimicrobico  che per canali aria realizzati in lamiera zincata tondi e rettangolari.

SFAER_PM_PUNTO PER MISURA PARAMETRI CONDOTTEPer agevolare le attività di controllo dei parametri impiantistici come ad esempio la temperatura dell’aria in transito all’interno della condotta, la velocità, …., SFAER ha realizzato PUNTO PER MISURA PARAMETRI CONDOTTE. Questo accessorio è stato appositamente pensato per i controlli in fase di collaudo e per i controlli periodici di portata aria, temperatura, …. ed evitare di eseguire estemporanei fori in condotta per poi ritapparli come spesso accade con nastro adesivo o altro rattoppo. Il punto per misura parametri condotte rappresenta l’accessorio ideale per usare strumenti di misura in condotta senza rovinare l’integrità della condotta stessa.

Per saperne di più non esitare a contattare l’ufficio tecnico di SFAER.

I nostri partner

L'unione fa la forza! Collaboriamo da anni con aziende del settore del monitoraggio e gestione igienica degli impianti di climatizzazione come per esempio:

Aria SpA

Arieggiare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: