chiesa_landscape

Il problema delle elevate temperatura nel periodo estivo tocca da vicino anche gli edifici ecclesiatici, che spesso non hanno un impianto di ventilazione o climatizzazione.

Un impianto di climatizzazione in effetti può avere dei costi di installazione e gestione elevati, notevole assorbimento di energia elettrica (non sempre disponibile nei centri storici) e sbalzi di temperatura interno/esterno.

Quale potrebbe essere dunque la soluzione ideale, l’alternativa economica ma efficace?

Il raffrescamento adiabatico che si basa sul principio per cui l’acqua evapora e sottrae calore all’ambiente circostante. Basti pensare a quella sensazione di fresco che si avverte dopo un temporale estivo.

Scopri i notevoli vantaggi che questa tecnologia può dare e che cosa serve per farla funzionare!

Contatta Sfaer per ricevere tutte le informazioni.

Condividi