condizionatori legionella manutenzioni

Per contrastare il caldo estivo, il condizionatore d’aria è indubbiamente uno dei metodi più efficaci: abbassa la temperatura, toglie umidità e la vita ci sorride.

Ma, c’è sempre un ma in questi casi, se non vengono fatte le apposite manutenzioni possiamo essere esposti al rischio di infezioni legate ad agenti patogeni come per esempio la Legionella.

Rischi invisibili a occhio nudo, questo è il problema.

Pulizia o sostituzione dei filtri

Se il condizionatore d’aria non viene sottoposto alla manutenzione prevista con la regolare pulizia dei filtri, il rischio di immettere nell’ambiente il patogeno e di contrarre l’infezione aumenta sensibilmente.

Quindi è opportuno prevedere un piano di manutenzione programmata nel quale si verifica lo stato dei filtri valutando di volta in volta se basta la semplice pulizia o se è necessaria la sostituzione.

UNI EN ISO 16890

La norma sui filtri d’aria per ventilazione generale UNI EN ISO 16890 (parte 1, 3 e 4) è ora disponibile in italiano è va a sostituire la EN779: 2012. Per comodità in alcune schede tecniche si trovano ancora le indicazioni di classe secondo EN779: 2012, ma siamo in una fase transitoria.

L’applicazione di questa norma ha enormi vantaggi, tra i quali quella di essere valida in tutto il mondo. Uno per tutti e tutti per uno.

I filtri Sfaer

Abbiamo a disposizione diverse tipologie di filtri a seconda delle esigenze, della tipologia di impianto e di dove andrà posizionato l’impianto.

Tutti tarati e certificati secondo la UNI EN ISO 16890.

CONFRONTO TRA LA EN 779 vs EN ISO 16890

differenza tra EN 779 e EN ISO 16890