impianto aeraulico

La definizione di impianto aeraulico secondo la norma UNI 10339:1995 è ““Insieme di apparecchiature, dispositivi, accessori e controlli necessari per realizzare la desiderata qualità dell’aria nelle condizioni prefissate”.

In altre parole sono tutti gli apparati che garantiscono il raggiungimento di una determinata qualità dell’aria negli ambienti indoor sotto il profilo TERMICO, IGROMETRICO, di PUREZZA, di QUALITA’ e di movimento della stessa.

Le tipologie di impianto sono molto varie a seconda del progetto e della fantasia dei progettisti. Sono tutti originali e “speciali” perchè molto spesso ci si è dovuti ingegnare per risolvere i vari problemi.

Ovviamente possono essere anche molto complessi e essere costituiti da parecchi componenti, come per esempio:

CANALI: in preisolato o in lamiera;

BOCCHETTE: di mandata per canali rettangolari e circolari;

GRIGLIE: di ripresa, portafiltro o di transito;

VALVOLE DI VENTILAZIONE: di ripresa e di mandata;

SERRANDE DI TARATURA MODOTIZZATE: a due o tre vie;

Bisogna conoscere bene gli impianti aeraulici, le tipologie impiantistiche e i componenti che lo formano prima di iniziare un’attività di progettazione, ispezione o di pulizia. Come sempre prevenire è meglio che curare.

Affidati sempre agli esperti della climatizzazione!

Hai un progetto da realizzare? Contattaci senza impegno inviandoci la mail di richiesta!

oppure compila il seguente modulo di richiesta

Upload

 

Condividi